Da oltre 50 anni un unico interesse: tutelare e tramandare la cultura di Santhià

Un’associazione nata nei primi anni ’60 da un gruppo di giovani santhiatesi per promuovere e tutelare le bellezze del territorio, la cultura, le tradizioni storiche e gastronomiche della città: la Pro Loco della Città di Santhià fu fondata con l’intento di perseguire questi obiettivi attraverso eventi e manifestazioni suggestive in grado di incuriosire e coinvolgere i cittadini santhiatesi, fungendo al tempo stesso da leva per il turismo. 

Il primo Presidente fu Vito Durola che dopo pochi mesi fu costretto a rimettere il mandato per nuovi impegni lavorativi lasciando la Presidenza nelle mani di Mario Pistono, che rimase in carica per mezzo secolo, fino all’anno 2013. 

L’idea alla base della Pro Loco era quella di dare continuità dell’organizzazione del Carnevale Storico, ma sin dai primi anni, la vocazione culturale ha fatto sì che le iniziative  si moltiplicassero: sulla base di questa filosofia è stata istituita la Biblioteca Civica ed è stata organizzata per anni una rassegna cinematografica denominata Cine Club “Jacopo Durandi”, per non parlare delle indimenticabili stagioni teatrali degli anni ’70, che hanno visto sul palco del Teatro Ideal i migliori attori nazionali.

A ciò si sono aggiunte nel corso del tempo numerose manifestazioni come la “caccia al tesoro automobilistica” o la creazione delle “sezioni sportive” come la bocciofila, la pesca sportiva e il tennis. Altrettanto importanti sono stati gli “studi storici santhiatesi”, che hanno portato alla stampa di numerose pubblicazioni e litografie riguardanti antiche stampe e opere d’arte locali.

Manifestazione di grande importanza è stata la Mostra Nazionale di Pittura Contemporanea, tenutasi ogni anno dal 1964 al 2010, che ha visto la partecipazione di grandi artisti e che ha lasciato in eredità a Santhià un patrimonio artistico composto da oltre 400 dipinti, con i quali si è creata una interessante Galleria di Arte Contemporanea che ha messo in risalto come sia cambiata l’arte pittorica in mezzo secolo.

 

Il motore di tutto è da ricercare nell’entusiasmo, nella passione e nell’energia di chi opera quotidianamente come volontario, proponendo ogni anno attività culturali e non solo, in grado di valorizzare la storia e il futuro della loro città. L’idea alla base dell’associazione è che affinché la città cresca e si sviluppi ulteriormente è importante attuare un miglioramento dei servizi offerti dal punto di vista non solo di chi respira ogni giorno la città di Santhià, ma anche di chi vive nei paesi limitrofi o dei potenziali turisti.

L’accoglienza è uno dei capisaldi della Pro Loco di Santhià: chiunque voglia diventare parte integrante delle manifestazioni culturali e creative è bene accetto, perché è solo dall’unione delle forze di tutti che è possibile dare forma a progetti realmente coinvolgenti e tramandare gli usi e i costumi che rendono la nostra Città unica.

Clicca qui per visualizzare lo statuto in vigore o consulta lo statuto di fondazione al seguente link.
La Pro Loco di Santhià ringrazia tutti coloro che hanno gentilmente fornito il materiale fotografico, in modo particolare nelle persone di: Fulvio Borro, Fabio Camandona, Alessandro Caprioglio, Andrea Cherchi, Riccardo Ferrarese, Carlo Ilardi, Pino Molinaroli, Marco Roggero e Michele Urru.